Home > ULTIME NOTIZIE
Intervento dell'Ambasciatore Li Junhua al Convegno "Cooperazione spaziale sino-italiana"
驻意大利使馆
2019/10/19

 

Gentili ospiti,

Signore, signori e amici,

Prima di tutto permettetemi di darvi il mio più caloroso benvenuto a questo incontro a nome dell'ambasciata e di ringraziare il Festival della Diplomazia e l'Istituto di fisica delle particelle dell'Accademia delle Scienze cinesi per il grande supporto profuso per questo evento.

Quest'anno celebriamo il 70esimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese. 70 anni, nel lungo corso della storia dell'umanità sono poco più di uno schiocco di dita, eppure la Cina è riuscita a realizzare uno sviluppo grandioso e ha vissuto dei cambiamenti rivoluzionari. Il settore spaziale cinese è emerso dal nulla ed è passato da una condizione di debolezza a una di forza, ottenendo una serie di risultati che ci rendono orgogliosi: dal lancio del satellite "dong fang hong – rosso d'oriente" a quello del "Mozi 1", dalla prima passeggiata nello spazio di un astronauta cinese alle prime immagini panoramiche del lato nascosto della luna rimandate sulla terra dalla sonda "ChangE 4".

I lanciatori "changzheng, lunga marcia" per realizzare i primi 100 lanci hanno impiegato 37 anni, mentre per completare i secondi cento ci sono voluti meno di 8 anni e per realizzare il terzo centinaio sono serviti solo 4 anni. Attualmente, il sistema "Beidou" può essere già utilizzato in tutto il mondo.

L'Italia è anch'essa un paese molto importante nel settore spaziale ai primi posti sulla scena internazionale in settori come la ricerca spaziale di base, le telecomunicazioni, la ricerca e la manifattura di sensori e satelliti ed ha sempre promosso attivamente la cooperazione spaziale internazionale.

Nel 2014, Samantha Cristofanelli è diventata la prima astronauta italiana ad andare nello spazio, dove è rimasta per 199 giorni e la sua immagine mentre beve un espresso nella stazione spaziale internazionale è rimasta indelebile nella memoria collettiva. Samantha è stata poi a Shanghai dove ha tenuto delle lezioni e degli scambi e ha espresso il desiderio di poter visitare la stazione spaziale cinese. La stazione spaziale cinese la aspetta!

Negli ultimi 30 anni, Italia e Cina hanno sempre inseguito il sogno spaziale e hanno esplorato insieme l'universo sconfinato ottenendo abbondanti risultati.

La cooperazione spaziale sino-italiana ha origini in una visione comune. Italia e Cina ritengono entrambe che lo spazio sia una ricchezza comune e promuovono la cooperazione scientifico-tecnologica in ambito spaziale e un utilizzo pacifico dello spazio al fine di creare ricchezza comune per l'umanità. Già nel 1991, Italia e Cina siglarono un accordo intergovernativo per l'utilizzo pacifico dello spazio aperto, per migliorare le comunicazioni, le reti internet, i sistemi di allerta sismica, i monitoraggi ambientali, il livello di prevenzione delle catastrofi naturali e la riduzione del loro numero al fine di creare ricchezza per lo sviluppo economico-sociale di tutti i paesi.

La cooperazione spaziale sino-italiana è radicata nell'interesse comune. I due paesi hanno istituito la Commissione Mista per la cooperazione sino-italiana in ambito spaziale e siglato una serie di accordi in materia di lanci satellitari, topografia lunare, monitoraggio elettromagnetico dei terremoti che sono già entrati in vigore.

Durante la visita del presidente Xi Jinping in Italia, nel marzo scorso, Italia e Cina hanno diffuso un comunicato congiunto in cui i risultati in ambito di cooperazione spaziale sono stati altamente apprezzati ed è stata sottolineata la volontà di promuovere ulteriormente la cooperazione in ambito di esplorazione spaziale e voli spaziali umani.

La cooperazione spaziale sino-italiana si tramanda lungo il corso della storia. Italia e Cina sono i pionieri dei contatti tra oriente e occidente, e questo vale anche per l'esplorazione spaziale. Il satellite sperimentale cinese "Zhangheng 1" con a bordo il rilevatore di particelle "Matteo Ricci" italiano è stato lanciato con successo lo scorso anno dal Satellite Launch Center di Jiuquan. Le due parti hanno voluto usare i nomi di grandi della storia dei due paesi per denominare questo progetto di cooperazione a dimostrazione del fatto che Cina e Italia sono rispettivamente patria di grandi civiltà che tramandano orgogliosamente e contribuiscono allo sviluppo dell'umanità e sono pronte a condurre attivamente la grande missione dell'esplorazione spaziale.

La cooperazione spaziale sino-italiana guarda al futuro dell'innovazione scientifico-tecnologica. Dal lancio congiunto tra Cina e Italia del satellite explorer "Wukong" a quello del satellite "Zhangheng 1" con a bordo il rivelatore di particelle sino-italiano, i due Paesi si sono compensati a vicenda e hanno ottenuto nuovi dati sempre più completi. Attualmente, Italia e Cina si stanno muovendo coraggiosamente nell'ambito dell'innovazione applicata allo spazio e stanno esplorando nuove teorie, tecnologie e sono convinto che tutto questo porterà a risultati sempre nuovi e a nuove sorprese.

Gentili ospiti,

oggi, i risultati della cooperazione in ambito aerospaziale sono sempre più alla portata dei cittadini comuni. Un numero sempre maggiore di prodotti ortofrutticoli sulle nostre tavole viene coltivato con tecnologie mutuate dall'ingegneria spaziale; le informazioni provengono sempre più dai satelliti, stabiliamo le posizioni grazie ai navigatori satellitari, così come le previsioni del tempo, i controlli per ridurre e prevenire le catastrofi naturali, i servizi di formazione a distanza sono ormai parte integrante della vita quotidiana delle persone.

Lo spazio è simile a una Via della Seta illimitata ed è necessario, per esplorarlo, costruirlo e proteggerlo un impegno comune di tutti i Paesi. La Cina, secondo i principi di "negoziato, costruzione congiunta e condivisione", promuove la cooperazione internazionale in ambito spaziale e mira a una direttrice di sviluppo aperto, pacifico e win-win.

La cooperazione spaziale sino-italiana riflette pienamente la cooperazione win-win tra i due paesi. Il prossimo anno Italia e Cina celebreranno il 50enario dei rapporti diplomatici, siamo dunque di fronte a un nuovo momento storico fondamentale per i rapporti bilaterali. Siamo pronti, insieme al nuovo governo italiano e agli amici italiani di ogni estrazione, a mettere in pratica le importanti intese raggiunte dai nostri leader e a unire le forze per costruire insieme una "nuova via della seta" di alta qualità. Siamo anche disponibili, insieme all'Italia, a promuovere la ricerca nell'aerospazio e a far sì che sempre più nuove tecnologie spaziali possano divenire "tecnologie a portata di persona" per migliorare sempre di più la vita dei cittadini dei due Paesi.

Infinite, porgo i miei migliori auguri per lo svolgimento di questo forum!

Grazie per l'attenzione.

Suggest To A Friend:   
Print