Home > SCAMBIO CULTURALE
Gli scambi culturali tra La Cina e l'Italia
2004/06/29

 

Gli scambi culturali popolari tra la Cina e l'Italia sono stati iniziati negli anni 50. Il gruppo artistico cinese guidato dal Sig. Zhang Zhixiang, vice ministro della cultura di Cina, ha visitato per la prima volta l'Italia in settembre 1955. il Sig. Huang Hua, Ministro degli Affari Esteri Cinese e On. Forlani, Ministro degli Affari Esteri Italiano hanno firmato l'accordo di cooperazione culturale fra il governo della Repubblica Popolare Cinese e il governo della Repubblica Italiana a Roma il 6 ottobre 1978. Le due parti cinese ed italiana hanno firmato il programma esecutiva di collaborazione culturale, scientifica e tecnica tra i due paesi per gli anni 1980-1981 a Roma il 7 ottobre 1979. Il sig. Zhou Erfu, vice direttore della Commissione Culturale con Estero di Cina e il Sig. Sergio Romano, direttore della Direzione Generale per la Cultura del Ministero degli Affari Esteri Italiano, hanno firmato il programma esecutivo di collaborazione culturale, scientifica e tecnica tra i due paesi per gli anni 1982-1983 a Pechino il 11 novembre 1981.

Da allora in poi, le due parti cinese ed italiana firmano di seguito programmi di scambi culturali tra la Cina e l'Italia per gli ogni 2-4 anni. Il programma di scambi culturali tra i due paesi, essente in vigore, e' stato firmato a Pechino il 21 giugno 2000, la cui validita' e' fino al 2003. la firma del programma di scambi culturali tra i due paesi per gli anni 2004- 2007 sta essendo in corso di discussione tra le due parti.

Dagli anni 80, i rapporti culturali tra la Cina e l'Italia continuano a svilupparsi. Le due parti hanno realizzato con la collaborazione reciproca tante manifestazioni culturali di alto livello:

L'esposizione della Civilta' della Cina antica e' stata tenuta a Venezia nel 1983, nella quale sono stati esposti principalmente reperti archeologici dal neolitico alla dinastia Han ovest ( da 206 a.C-24 d.C). L'esposizione ha attirato 600.000 di pubblico proveniente da diversi paesi del mondo.

Nel 1983 lo spettacolo di canti e danze " la via della seta sotto la pioggia di fiori" e'stato rappresentato nel teatro Scala di Milano ed e'stato accolto calorosamente dal pubblico.

" l'ultimo imperatore", un film a soggetto storico, una coproduzione Cino-Italo-Britannica, con Benardo Bertolucci, regia famosa nel mondo, e' stato girato a agosto del 1985 e ha avuto vari premi di Oscar.

Nel 1986" Marco Polo", una produzione Cino-Italiana, con Montaldo, regia famosa italiana, e'stato girato.

La seconda edizione dell'esposizione della civilta' della Cina antica e' stata tenuta a Venezia in settembre del 1986 nella quale sono stati esposti reperti archeologici dalla dinastia Han est ( 25d.C-220d.C) alla dinatia Song (960 d.C-1279 d.C.).

Il Teatro di Genova con M. Luciano Pavarotti, un grande tenore e' venuto in Cina nel 1986 ed ha rappresentato l'opera lirica " la Boheme".

Nel 1991, "l'anima del Fiume Giallo", l'esposizione di reperti archeologici di Shanxi e' stata tenuta a Roma.

Nel 1994 l'esposizione di guerrieri di terracotta di Xian della dinastia Qin e' stata tenuta a Venezia e a Roma.

Nel 1995 la mostra dei tesori di Tibet di Cina e'stata tenuta a Milano .

Nel 1997 l'orchestra Santa Cecilia d'Italia ha fatto una tournee in Cina.

Nel 1997 la mostra di collezioni della famiglia Medici e' stata tenuta nel Palazzo Imperiale di Pechino.

Nel 1998 il teatro di Firenze ha effettuato una visita di tournee in Cina ed ha rappresentato l'opera lirica "Durandot"con la regia Zhang Yimo nel Palazzo Imperiale.

A marzo del 1999 l'accompagnia nazionale dell'Opera di Pechino ha fatto una tournee presso il teatro di Roma e quelli di Firenze e di Verona.

In ottobre del 2000 il teatro di Verona ha partecipato al Festival Musicale di Pechino, ha rappresentato l'opera lirica " Tosca"ed ha svolto concerti. Questo evento e' stato inserito nel programma di festeggiamento di 30° anniversario dello stabilimento delle relezioni diplomatiche tra la Cina e l'Italia.

A giugno del 2001 Pavarotti, Domingo e Carreras, tre grandi tenori, ha fatto un concerto comune davanti alla porta principale del Palazzo Imperiale

A maggio del 2002 il Sig. Li Lanqing, vice Primo Ministro di Cina ha effettuato una visita in Italia. Durante la visita il Sig. Sun Jiazheng, il Ministro della Cultura di Cina ha incontrato On. Giuliano Urbani, Ministro per i beni e le attivita' culturali d'Italia. Nell'ottobre dell'anno stesso, il Minstro Urbani ha effettuato una visita di ritorno sull'invito del Ministro della Cultura di Cina.

L'orchestra internazionale d'Italia ha effettuato una tournee in Cina nel mese di giugno del 2002.

Nel 2003 la Cina ha partecipato per la prima volta alla 50esima esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia 2003 con il padiglione nazionale. La partecipazione cinese all'esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia 2003 e' stata annullata a causa di sars accaduto in Cina.

A giugno del 2004 il Museo Nazionale di Cina ha tunuto " la mostra della civilta'romana"a Pechino.

Gli scambi culturali popolari sono molto frequenti, in ogni anno ci sono in media 4-5 gurppi folcloristici cinesi che vengono in Italia per partecipare a festival folcloristici d'estate. Allo stesso momento artisti italiani vanno in Cina per partecipare a festival artisitici che si svolgono in diverse citta'cinesi. Festival artisitici diventano un canale principale degli scambi culturali popolari tra i due paesi.

Gli scambi sportivi tra la Cina e l'Italia mantengono sempre un ottimo stato di sviluppo. Le visite reciproche fra i dirigenti nel settore sportivo e fra i giocatori dei due paesi sono frequenti. In ogni anno ci sono piu' di 10 squdre sportive cinesi che vengono in Italia per partecipare a gare. Le Olimpiadi invernali di Torino 2006 e le Olimpiadi estive di Pechino 2008 porteranno ancora piu'occasioni di scambi e collaborazioni reciproci fra i due paesi.

Suggest To A Friend:   
Print