Home > SERVIZI CONSOLARI
Procedura per la richiesta di Legalizzazione Consolare
2021/01/12

1. Il concetto di Legalizzazione Consolare

Secondo le disposizioni riguardanti le "Misure di Legalizzazione Consolare"

i documenti emessi da paesi stranieri che devono essere inviati in Cina , come richiesto dalle leggi e dai regolamenti cinesi o richiesti come certificazione da parte di altre agenzie, devono essere certificati dall'Ambasciata Cinese nel paese dopo che è stata apposta l'autenticazione notarile e la certificazione da parte dell'agenzia competente del paese straniero in cui il documento è stato rilasciato..

Questa attività verrà svolta dai Consolati Cinesi o altri Enti all'estero incaricati dal Ministero degli Affari Esteri Cinese di curare l'autenticazione consolare.

L'autenticazione consolare è un'attività per confermare l'autenticità del timbro e della firma su un documento straniero. Non è responsabile dell'autenticità e della legalità del contenuto del documento stesso. L'ente emittente è responsabile del contenuto del documento.

L'Ambasciata e il Consolato Cinese in Italia effettuano la Legalizzazione Consolare solo sui documenti che sono stati autenticati dal Governatore provinciale italiano (Prefettura) o dalla Procura della Provincia , per confermare l'autenticità del timbro di autenticazione e della firma ufficiale.

2. Tipi di Legalizzazione Consolare

(1) Legalizzazione Civile: richiedere la Legalizzazione Consolare di certificati di nascita, certificati di matrimonio, casellario giudiziario, dichiarazioni, procure e altri documenti relativi alla gestione degli affari personali da parte di persone fisiche.

(2) Legalizzazione Commerciale: domanda di Legalizzazione Consolare di vari documenti relativi alla gestione degli affari commerciali da parte di società, imprese o altre organizzazioni e loro persone giuridiche, documenti commerciali, documenti legali, ecc.

3. Procedimento per la richiesta di legalizzazione

(1) I documenti ufficiali emessi dal Comune, dai tribunali, dalle camere di commercio, ecc., Come certificati di matrimonio, certificati di nascita, casellario giudiziario e visure camerali delle imprese, possono essere inviati direttamente alla Prefettura o alla Procura della giurisdizione locale per la legalizzazione.

(2) I documenti non ufficiali, come procura, la lettera di dichiarazione, il certificato di proprietà privata, ecc.,

Devono prima essere autenticati da un notaio italiano qualificato. Le traduzioni giurate sono generalmente autenticate dal tribunale. Dopo l'autenticazione notarile, deve essere inviato all'ufficio della Prefettura o alla Procura della giurisdizione locale per la legalizzazione.

(3) Dopo aver completato la legalizzazione della Prefettura e della Procura, si deve fissare un appuntamento con il Centro Visti della Cina corrispondente secondo la divisione dei distretti consolari e presentare i materiali all'orario concordato.

Il Centro Visti inoltrerà il materiale per la domanda all'Ambasciata e al Consolato Cinese, che esamineranno e firmeranno la Legalizzazione Consolare.

4. Materiali richiesti

(1) Legalizzazione civile:

1. Documenti originali certificati dalla Prefettura o dalla Procura;

2. Modulo di richiesta di Legalizzazione, completo e accurato (link per il download);

3. Fotocopia del passaporto o della carta d'identità in corso di validità del richiedente (i documenti originali sono richiesti se si presenta la domanda di persona)

4. Se si affida a un'altra persona per farlo, la copia originale del passaporto o carta d'identità dell'agente (se non è cittadino italiano,anche permesso di soggiorno in Italia);

5. Una Copia dei documenti legalizzati dalla Prefettura o della Procura.

(2) Legalizzazione commerciale:

1. Documenti originali certificati dalla Prefettura o Procura;

2. Modulo di richiesta di Legalizzazione, completo e accurato (link per il download);

3. Fotocopia del passaporto o della carta d'identità in corso di validità del richiedente (i documenti originali sono richiesti se si fa domanda di persona);

4. Se si affida a un'altra persona per farlo, la copia originale del passaporto o carta d'identità dell'agente (se non è cittadino italiano,anche permesso di soggiorno in Italia);

5. Il certificato di registrazione della società contrassegnato con le informazioni sulla persona giuridica aziendale;

6. La procura originale rilasciata dalla persona giuridica aziendale (utilizzare la carta intestata della società o il sigillo ufficiale);

7.Una Copia dei documenti legalizzati dalla Prefettura o della Procura.

5. Informazioni Importanti

(1) I documenti richiesti per la Legalizzazione devono essere veritieri, legalmente validi e privi di contenuti che danneggiano gli interessi nazionali e pubblici della Cina. I documenti che sono stati certificati non possono essere modificati o sostituiti. Eventuali problemi e responsabilità legali derivanti dalla modifica o dalla sostituzione dei documenti da parte del richiedente sono a carico del richiedente.

(2) Se il documento per la certificazione è più di due pagine, i vari fogli devono essere uniti con timbro di giunzione, oppure apposti in in un fascicolo che garantisca l'integrità del documento. Il mancato rispetto dei requisiti non sarà accettato.

(3) La "Convenzione sull'eliminazione dei requisiti per la Legalizzazione dei documenti ufficiali stranieri" si applica alle regioni amministrative speciali della Cina di Hong Kong e Macao. I documenti prodotti in Italia possono essere utilizzati direttamente a Hong Kong e Macao dopo essere stati certificati dall'ufficio dalla Prefettura italiana o dalla Procura con il timbro Apostille, senza necessità di Legalizzazione Consolare.

Suggest To A Friend:   
Print